partners ufficiali



Tre anni di grande basket ricordando Livio Collini

Per tre anni abbiamo riportato a Gorizia il grande basket ricordando un grandissimo personaggio della città di Gorizia.
Grazie al Comune ed alla Provincia di Gorizia, alla gloriosa Unione Ginnastica Goriziana agli Sponsor oltre che alla Famiglia Collini.

Chi era Livio Collini

Chi ha avuto la fortuna di conoscere qualcuno di veramente speciale può ben comprendere come sia difficile trasmettere agli altri cosa abbia rappresentato per molti di noi Livio Collini. Livio è stato un esempio evidente di come il potere di attrazione sugli altri e la capacità di risultare un punto di riferimento siano delle doti assolutamente naturali, alle quali in più occasioni lui ha cercato di sfuggire, ritirandosi completamente alla conclusione della sua carriera sportiva. I suoi ragazzi, come chiamava i suoi giocatori, di passaggio a Gorizia venivano a trovarlo, spingendolo a ricordare i molti episodi di quel periodo. I primi incontri con le formazioni americane nel dopoguerra, che segnarono una vera trasformazione nel modo di interpretare la pallacanestro italiana, la promozione in Serie A di Gorizia, la sua chiamata in Nazionale, l'attività di allenatore. Per i più giovani erano le poche occasioni di comprendere l'esistenza di un mondo lontano, irreale, fatto di panini offerti come premi partita, di pulizie del campo all'aperto prima di un incontro di Serie A, di rincorse minacciose dietro ai suoi giocatori migliori quando non otteneva la necessaria concentrazione, di "scambi di opinione" durante le fasi di gioco, con chi lo attaccava dagli spalti. Ma Livio non viveva di ricordi, e la sua famiglia era diventata ora la sua nuova squadra. Il basket però non lo ha mai lasciato, magari seguendolo alla radio piuttosto che dalle prime file dei parterre, perchè prima di tutto veniva il suo amore per la città di Gorizia e per chi si era dedicato con impegno a questo sport.

Una vita per il basket

LIVIO COLLINI, nasce il 28 Aprile 1923.

1940: disputa i primi incontri amichevoli contro il GUF e l'Italia.
Conquista della Coppa Favetti.

1941-42: fusione Ginnastica con GUF e GIL che da origine ad una nuova formazione universitaria; campionato italiano I divisione interregionale (1° class.). Gorizia approda alla serie B.

1942-43: campionato di serie B.

1943-44: promozione in serie A.

1944-45: gruppo universitario assorbito dall'UGG che disputa il campionato nazionale di pallacanestro I cat. Gruppo Venezia Giulia.

1945-46: Elvio Ferigo organizza i primi incontri con formazioni americane. Viene disputato il campionato di serie A.

1946-47: retrocessione della squadra in serie B dopo uno spareggio con Padova. Livio passa all'Itala di Gradisca.

1947-48: Itala di Gradisca.

1948-49: Nazionale Italiana. (1948: incontra Svizzera, Olanda, Francia; 1949: Finlandia).

1949-50: gioca con la Polizia Civile di Trieste.

1950-51: rientro all'UGG. Promozione in serie A.

1951-52: campionato di serie A (9° class.). Comincia l'attività di allenatore.

1952-53: retrocessione in B. Vittoria della Coppa internazionale di Gradisca (1953).

1953-54: campionato disputato presso il campo Corallo di Lucinico per costruzione nuovo impianto. Abbandono dell'UGG.

1955-58: all. Safog portata in serieB.

1959-60: all. APU Udine.



Albo d'oro

2002 - Benetton Basket
2001 - COOP Trieste
2000 - Ducato Siena




ANNO 2002


Squadre partecipanti:

BENETTON Treviso, OLIMPIA Lubiana

Squadra vincitrice: BENETTON Treviso

Miglior giocatore: Nicola (Benetton)

ANNO 2001

Squadre partecipanti:

COOP Trieste, CIBONA Zagabria.

Squadra vincitrice: COOP Trieste.

Miglior giocatore: Mazique (Coop).

ANNO 2000

Squadre partecipanti:

Ducato Siena,Lineltex Imola,Telit Trieste.

Formula: 3 gare da 20 minuti cadauna

1a gara: Ducato -Telit 45-31

2a gara: Lineltex - Telit 39-34

3a gara: Ducato - Lineltex 45-43

Squadra vincitrice: Ducato Siena

Miglior giocatore: Sly Gray (Ducato Siena)